Articles

Antichi 'arte del tatuaggio' scoperto su antiche mummie Egiziane

(CNN) Il più antico del mondo figurativo tatuaggi sono stati scoperti due 5.000 anni mummie in Egitto.

Tatuaggi raffiguranti un toro selvatico e una pecora barbarica sono stati trovati sulla parte superiore del braccio di una mummia maschile, mentre la spalla e il braccio di una mummia femminile portavano motivi a forma di “S”.

La scoperta, i cui dettagli sono pubblicati sul Journal of Archaeological Science, spinge indietro le prove del tatuaggio in Africa di 1.000 anni, e ribalta la convinzione che solo le donne fossero tatuate nell’Egitto predinastico-l’era prima dell’unificazione del paese da parte del primo faraone circa 3100 AC.

See more

“I simboli tatuati sono straordinari”, ha detto Daniel Antoine, uno dei principali ricercatori del progetto e curatore di antropologia fisica del British Museum.

Un team di scienziati con sede in Germania ha estratto i dati del genoma da antiche mummie egiziane per la prima volta. I resti, scoperti nel 1920 in Abusir-el Meleq, Medio Egitto, sono stati trovati per avere stretti rapporti genetici con le popolazioni al di fuori dell'Africa.

I campi piramidali da Giza a Dahshur sono una delle sette meraviglie del mondo e rimangono l'unica della lista originale ancora esistente.

Il sito include la Grande Sfinge di Giza, costruita durante il regno del faraone Khafra.

Turisti sul fiume Nilo sulla riva orientale di Egyptapos;antica città di Luxor. Crociere sul Nilo hanno costantemente classificato tra Egyptapos; s attrazioni più popolari.

Il complesso del Tempio di Luxor comprende gli antichi siti mortuari di Tutankhamon e Ramses II.

Il sarcofago del re Tutankhamon esposto nella sua camera funeraria nella Valle dei Re.

Il tempio di Abu Simbel, a sud di Assuan, vicino al confine con il Sudan. Il possente monumento fu scolpito nella roccia nel 13 ° secolo a.C.

Il Tempio di Karnak, Luxor, è un sito di antiche sepolture reali e pellegrinaggi religiosi.

Le barriere coralline della penisola del Sinai sono diventate un hotspot internazionale per le immersioni.

La cittadella Qaietbay del xv secolo nella città portuale di Alessandria.

Monte Sinai, noto anche come Monte Mosè, il luogo dei Dieci Comandamenti consegnati da Dio a Mosè.

Meraviglie egiziane e dove trovarle
Un team di scienziati con sede in Germania ha estratto i dati del genoma da antiche mummie egiziane per la prima volta. I resti, scoperti nel 1920 in Abusir-el Meleq, Medio Egitto, sono stati trovati per avere stretti rapporti genetici con le popolazioni al di fuori dell’Africa.
I campi piramidali da Giza a Dahshur sono una delle sette meraviglie del mondo e rimangono l’unica della lista originale ancora esistente.
Il sito include la Grande Sfinge di Giza, costruita durante il regno del faraone Khafra.
Turisti sul fiume Nilo sulla riva orientale dell’antica città egiziana di Luxor. Crociere sul Nilo hanno costantemente classificato tra le attrazioni più popolari dell’Egitto.
Il complesso del Tempio di Luxor comprende gli antichi siti mortuari di Tutankhamon e Ramses II.
Il sarcofago del re Tutankhamon esposto nella sua camera funeraria nella Valle dei Re.
Il tempio di Abu Simbel, a sud di Assuan, vicino al confine con il Sudan. Il possente monumento è stato scolpito nella roccia nel 13 ° secolo AC
Il Tempio di Karnak, Luxor, è un sito di antiche sepolture reali e pellegrinaggi religiosi.
Le barriere coralline nella penisola del Sinai sono diventate un hotspot internazionale per le immersioni.
La cittadella Qaietbay del xv secolo nella città portuale di Alessandria.
Monte Sinai, noto anche come Monte Mosè, il luogo dei Dieci Comandamenti consegnati da Dio a Mosè.

1 of 11

Hide Caption

A sign of status, magical power or just art?

Antoine dice che gli animali sull’uomo, specialmente il toro, sono probabilmente associati allo status, al potere e alla virilità. Entrambi gli animali cornuti sono spesso raffigurati nell’arte egizia predinastica. Allo stesso modo, i motivi S che corrono verticalmente sopra la spalla destra della donna sono stati utilizzati nella decorazione ceramica al momento.

Antoine sottolinea che le mummie-che, secondo la datazione al radiocarbonio, vissero tra il 3351 e il 3017 AC-erano del periodo prima che i geroglifici egiziani entrassero in uso. Questo rende più difficile determinare i significati dietro i simboli, come tutti i ricercatori devono andare avanti è paralleli con immagini trovate altrove.

Il tatuaggio delle pecore di mummyapos maschio assomiglia a sculture predinastiche. Il tatuaggio di pecora della mummia maschile assomiglia a sculture predinastiche.

Ipotizza che i tatuaggi simboleggiassero una combinazione di cose: “status di riferimento, forse coraggio nel caso degli animali, ma anche forse qualcosa di più complesso, come culto o conoscenza magica o protezione.”

“Erano persone molto sofisticate 5.000 anni fa”, ha detto. “Non c’è motivo per cui il loro ragionamento per avere un tatuaggio sul loro corpo non sia così sfaccettato come lo è oggi.”

Antichi tatuatori

La ricerca suggerisce che il processo di tatuaggio sarebbe stato simile a quello di oggi: usando un ago per inserire un elemento a base di carbonio-probabilmente fuliggine-sotto la pelle. “Erano artigiani molto bravi, quindi sono sicuro che sarebbero stati molto bravi a tatuare”, ha detto Antoine.

In precedenza, gli archeologi pensavano che il tatuaggio fosse applicato solo alle donne, per fertilità o anche per motivi erotici. La nuova scoperta dimostra che ha coinvolto entrambi i sessi.

Le mummie, conosciute ufficialmente come “Gebelein Man A” e “Gebelein woman”, dal nome della città nella parte meridionale dell’Alto Egitto, vicino a Luxor, dove furono scoperte per la prima volta, fanno parte della collezione del British Museum da anni.

L’uomo di Gebelein è stato esposto fin dalla sua scoperta 100 anni fa ed è una delle attrazioni più popolari del museo. Un esame postmortem effettuato in 2012 indica che era tra 18 e 21 quando è morto e aveva subito una ferita da taglio alla schiena. Ciuffi di capelli color zenzero possono ancora essere visti sul suo cuoio capelluto.

Una serie di forme quot;Squot; può essere vista sulla mummia femminile di Gebelein. Una serie di forme a “S” può essere vista sulla mummia femminile di Gebelein.

Tuttavia, le macchie scure sulle sue braccia erano state trascurate fino a quando Antoine, che si occupa di tutti i resti umani, ha iniziato i lavori di conservazione sulle mummie e ha deciso di esaminare la loro pelle con immagini a infrarossi.

Le nuove tecnologie avanzano la vecchia ricerca

Antoine spera che i risultati ispirino altri musei ad avviare nuove ricerche sulle loro collezioni esistenti. “È un’opportunità per me per dimostrare che anche se parte della collezione che abbiamo nel museo è qui da molto tempo, mentre la scienza e la tecnologia si evolvono, ci sono sempre nuove opportunità per saperne di più”, ha detto.

I più antichi esempi di tatuaggi sono sulla mummia alpina conosciuta come Ötzi, che si pensava fosse vissuta tra il 3370 e il 3100 a.C., quasi contemporanea con la coppia Gebelein.

Ma i tatuaggi dell’uomo venuto dal ghiaccio consistono in motivi geometrici piuttosto che in immagini figurative. Le posizioni dei tatuaggi di Ötzi, su punti di agopuntura o di guarigione, suggeriscono che fossero usati come trattamento per alleviare il dolore, mentre i tatuaggi sulle mummie egiziane erano su aree altamente visibili, progettate per essere messe in mostra.

Antoine dice che questo è ciò che rende il ritrovamento così speciale: Suggerisce che i tatuaggi erano una forma d’arte. “Le persone stanno rispecchiando sui loro corpi ciò che stanno anche mostrando altrove”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.