Articles

Come faccio a sapere se sono gay?

Melbourne settentrionale, occidentale e centrale è un luogo incredibilmente vario. Ad esempio, due su cinque degli oltre 1,6 milioni di persone che vivono in questa regione sono nati all’estero. Ma lo sapevate che Melbourne è anche sede di un’alta percentuale di persone che si identificano come LGBTIQ (Lesbiche Gay Bisessuali Trans Intersessuali Queer / Interrogatorio)?

Sette dei primi 10 sobborghi che ospitano il più alto numero segnalato di coppie dello stesso sesso si trovano in questa regione, con centro città Melbourne in cima alla lista.

Sì, ci sono molte persone che si identificano come LGBTIQ. Eppure, nonostante costituiscano una parte significativa della popolazione, molte di queste persone sono state sottoposte a (o continuano ad affrontare) discriminazioni e pregiudizi. Di conseguenza, le persone che si identificano come LGBTIQ hanno tassi più elevati di condizioni di salute mentale, un più alto tasso di abuso di droghe e alcol, e un più alto tasso di suicidi.

Domande sull’attrazione omosessuale

Riconoscere e abbracciare la propria sessualità è un aspetto naturale e salutare del proprio benessere. E ” anche perfettamente normale quando questo significa identificare come gay, queer, stesso-sesso attratto o LGBTIQ.

Per molte persone, il viaggio di scoperta di sé inizia nella loro prima adolescenza. Per gli altri, può richiedere molto più tempo. È un processo profondamente personale e non ci sono due persone che avranno esattamente la stessa esperienza.

C’è anche un maggiore riconoscimento del fatto che la sessualità non è così semplice o binaria come spesso viene comunemente descritta. Questo è uno dei motivi per cui termini come LGBT, LGBTQ e LGBTQIA + stanno ricevendo un maggiore utilizzo — sono entrati nell’uso quotidiano perché riconoscono più accuratamente che la sessualità umana è completamente complessa e diversificata.

Per molte persone, capire chi sono veramente può iniziare semplicemente mettendo in discussione la loro preferenza sessuale. Tuttavia, è importante notare che semplicemente avere domande sulla propria sessualità non significa in alcun modo che sia necessaria una “decisione”. Può, tuttavia, portare a ulteriori pensieri o domande. Domande comuni che possono sorgere potrebbero includere alcuni dei seguenti.

  • La persona sente che c’è qualcosa che “manca” o che manca una “connessione” quando è impegnata fisicamente o emotivamente con qualcuno del sesso opposto?
  • C’è un genere dominante nei sogni o nelle fantasie della persona su altre persone?
  • Hanno un genere preferito che considerano “attraente”?
  • La persona ha o ha avuto “schiaccia” o forti sentimenti di attrazione verso le persone di un genere dominante?
  • La persona ha avuto incontri intimi o sessuali con persone dello stesso sesso?
  • In tal caso, come ha valutato la persona la vicinanza fisica o emotiva di un tale incontro, rispetto agli incontri con persone del sesso opposto?

Coming out

L’unica persona che conosce la vera “risposta” alle domande sulla propria sessualità è la persona stessa. Allo stesso modo, solo quella persona può decidere quanto tempo quel processo prende. Per alcuni, è semplice e rapido, mentre per altri potrebbe richiedere molto più tempo (anche anni in alcuni casi).

È comune per molte persone che si identificano come persone dello stesso sesso attratte da identificarsi inizialmente come bisessuali o non esclusivamente eterosessuali. Il contrario può anche essere vero, con alcune persone prima identificare come gay o lesbiche e successivamente identificare come bisessuale.

In definitiva, il processo di riconoscere la propria sessualità può assumere la forma di coming out — il processo di accettare e (spesso) identificare pubblicamente come persone dello stesso sesso attratte.

Come per altri aspetti dell’identificazione delle proprie preferenze sessuali, il coming out è un’esperienza unicamente personale con una timeline non adatta a tutti. Alcune persone escono gradualmente, forse inizialmente per le persone di cui si fidano e sono più a loro agio, mentre altri sono più “pubblici” sull’intera faccenda.

  • Ulteriori informazioni: coming out

Interessato? Parla con un consulente professionale al numero 1300 096 269. E ‘ gratuito per le persone nel nord, occidentale e centrale di Melbourne ed è disponibile 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana.

Vuoi sapere dove altro si può ottenere aiuto? Scopri come accedere al supporto aggiuntivo della community.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.