Articles

La nostra Storia

Razzista Sistema di Giustizia Penale
il Razzismo in America

il Nostro viaggio è iniziato dopo l’omicidio di mio nipote, il ritardo di 22 anni, Oscar Giulio Grant III, che è stato mortalmente colpito nelle prime ore del mattino di capodanno 2009 da BART ufficiale di Polizia di Johannes Mehserle a Oakland, California, Stati Uniti. Rispondendo alle segnalazioni di una lotta su un affollato Bay Area Rapid Transit treno di ritorno da San Francisco, agenti di polizia BART detenuti Oscar Grant e molti altri passeggeri sulla piattaforma presso la stazione Fruitvale BART. L’ufficiale Johannes Mehserle e un altro ufficiale avevano trattenuto Grant, costringendolo a sdraiarsi a faccia in giù. Mehserle estrasse la pistola e sparò a Oscar nella schiena mentre le sue mani erano incrociate dietro la schiena per essere ammanettato. Oscar era disarmato. Fu dichiarato morto la mattina dopo all’Highland Hospital di Oakland. Gli eventi sono stati catturati su più video digitali ufficiali e privati e telecamere di telefonia cellulare di proprietà privata. I proprietari hanno diffuso i loro filmati ai media e a vari siti Web, dove è stato visto milioni di volte. Nei giorni successivi si sono svolte proteste pacifiche e ribelli. Siamo stati vigili nel mantenere la violenza della polizia eclatante sotto i riflettori per tutto il processo penale e l’eventuale condanna, 8 luglio 2010, dell’ex agente di polizia B. A. R. T. Johannes Mehserle per gennaio 1, 2009, uccisione illegale di Oscar Grant III. Il 13 agosto 2010, ho fondato la Fondazione Oscar Grant, come ente di pubblica utilità senza scopo di lucro. La nostra missione per la Fondazione Oscar Grant era di sensibilizzare le famiglie colpite dalla violenza della polizia. Abbiamo lavorato per colmare il divario tra le famiglie delle vittime e quella di individui attenti e consapevoli che possono rendere i servizi e le risorse adeguate a disposizione delle famiglie bisognose. Abbiamo fornito supporto, valutazione dei bisogni, consulenza di emergenza, informazioni di riferimento delle risorse e trattamento per le lesioni emotive subite per aiutare la famiglia attraverso le conseguenze iniziali di un evento traumatico causato dalla violenza della polizia. Abbiamo capito che era il sostegno della comunità, amore, lacrime, preghiere, risposta, e il video che è stato determinante per ottenere il primo ufficiale di polizia nello Stato della storia della California accusato, arrestato, condannato, e mandato in prigione per una sparatoria in servizio di un uomo nero o marrone. Abbiamo portato questo rapporto con la comunità alle famiglie per costruire una base di sostegno tra queste famiglie che hanno sofferto lo stesso dolore. Ho ripetutamente dichiarato dall’istituzione della Fondazione Oscar Grant che ero impegnato a sostenere l’eredità di Oscar Grant III per mia sorella, la madre di Oscar Grant, Wanda Johnson e la figlia di Oscar, Titania Grant. Abbiamo diligentemente costruito la Fondazione Oscar Grant dalla sua data di nascita al 10 luglio 2014, regalando la Fondazione Oscar Grant a mia sorella Wanda Johnson. In questa stessa data, il 14 luglio 2014, abbiamo co-fondato la campagna Love Not Blood come organizzazione di giustizia sociale per continuare il lavoro svolto nella Fondazione Oscar Grant ed espandersi nella violenza comunitaria. La campagna Love Not Blood lavora per creare un’atmosfera di giustizia sociale in tutti gli Stati Uniti costruendo un movimento guidato dalla famiglia. La nostra visione è il mondo in cui nessuno ha il diritto di prendere la vita di un altro ed essere protetto/ isolato dalle conseguenze di farlo da un sistema di razzismo strutturale, offuscamento e propaganda. La nostra metodologia sarà quella di fornire servizi di supporto in prima linea per le famiglie che sono state colpite dalla polizia o dalla violenza comunitaria, costruendo un potente movimento per la responsabilità e la trasparenza della polizia. La LNBC fornirà anche servizi di mentoring e supporto continui a famiglie, studenti e varie attività specificamente progettate per migliorare l’attivismo familiare e politico utilizzando una vigorosa campagna per portare al cambiamento sociale. Infine, la LNBC fornirà una formazione sulla sensibilità culturale alle forze dell’ordine, concentrandosi sull’impatto storico della violenza della polizia sulle famiglie e sulle comunità colpite e sulla sua patologia culturale risultante.

30 gennaio 2010 Il 30 gennaio 2010, i procuratori della contea di Alameda accusarono Mehserle di omicidio per la morte di Oscar Grant. Mehserle presto rassegnò le dimissioni e si dichiarò non colpevole. Dopo un cambio di sede, il processo penale è iniziato il 10 giugno 2010 a Los Angeles County Superior Court.

8 luglio 2010 L ‘ 8 luglio 2010 la giuria ha emesso il verdetto: Mehserle è stato riconosciuto colpevole di omicidio involontario, e assolto sia di omicidio di secondo grado e omicidio volontario, ma anche trovato colpevole della carica di potenziamento della pistola. Il giudice Robert Perry, ha affermato di aver sbagliato nelle sue istruzioni alla giuria e ha rimosso la carica di potenziamento della pistola. Le proteste iniziali contro la sentenza furono organizzate pacificamente, tuttavia, saccheggi, incendi dolosi, distruzione di proprietà e piccole rivolte scoppiarono dopo il tramonto. Quasi 80 persone sono state infine arrestate.

9 luglio 2010 Il 9 luglio, gli Stati Uniti. Il Dipartimento di Giustizia ha aperto un’indagine sui diritti civili contro Mehserle, tuttavia, nel luglio 2015, il Dipartimento di giustizia ha rifiutato di presentare accuse federali contro Mehserle.

13 agosto 2010 La Oscar Grant Foundation (OGF) è stata fondata il 13 agosto 2010, come ente di pubblica utilità senza scopo di lucro. E ‘ stata fondata da Oscar Grant Zio, Cephus zio Bobby Johnson, dopo il processo penale e la successiva condanna dell’ex agente di polizia B. A. R. T. Johannes Mehserle per il 1 gennaio 2009 illegale uccisione di Oscar Julius Grant III.

Zio bobby wait fuori dal carcere di mehserle 5 novembre 2010 Il 5 novembre 2010, Mehserle è stato condannato a due anni di prigione di Stato, ma è stato dato il doppio credito per i 146 giorni che aveva già scontato prima della condanna, riducendo così la sua pena di 292 giorni per scontare solo 11 mesi. Mehserle ha scontato la sua pena nella prigione della contea di Los Angeles, occupando una cella privata lontano da altri prigionieri, ed è stato rilasciato il 13 giugno 2011. Zio Bobby fuori dalla prigione della contea di Los Angeles in attesa dell’uscita di Johannes Mehserle. Lo portano via dalla porta sul retro.

Il nostro lavoro

La campagna Love Not Blood lavora per costruire un’ampia e vivace rete di famiglie colpite da omicidi. Sia colpiti dalla brutalità della polizia, violenza della comunità, o il complesso industriale carcere.
Perdere una persona cara attraverso l’omicidio è una delle esperienze più traumatiche che un individuo può affrontare; è un evento per il quale nessuno può prepararsi adeguatamente, ma che lascia nella sua scia tremendi dolori emotivi e sconvolgimenti.
È importante riconoscere che, indipendentemente da quanto possano essere solidali o compassionevoli i coordinatori dell’assistenza alla vittima/testimone, i sopravvissuti trovano spesso utile ottenere ulteriori servizi di advocacy.
LNBC Family Intervention Crisis Team, tutte le vittime di omicidio, riconoscono l’importanza di ulteriori servizi di advocacy, utilizza molteplici approcci nei suoi sforzi per promuovere un sano discorso basato sul supporto familiare per realizzare una ripresa positiva reale e sostenibile.

LNBC Family Intervention Crisis Team focus è posto sul sostenere la capacità di genitori, famiglie, bambini e membri della comunità che utilizzano il framework del gruppo di supporto per sostenere il loro amore e sul rafforzamento della loro capacità di lavorare collettivamente per raggiungere i loro obiettivi. LNBC offre un modo pratico e realizzabile per le famiglie e le organizzazioni di base di collaborare e raggiungere sinergie, altrimenti non è possibile, come illustrato dai suoi gruppi di sostegno in corso Famiglia Crisi Team, –
LNBC hanno avvocati addestrati che possono accompagnare vittima di omicidio alle udienze, procedimenti di prova, incontri con il medico legale, eccetera., fornendo sostegno emotivo e informazioni sul processo.
Attraverso la partecipazione a gruppi di sostegno, molti sopravvissuti all’omicidio hanno scoperto che anche altri che hanno vissuto la stessa esperienza hanno avuto reazioni simili. Scoprono di avere il permesso di esprimere apertamente il dolore della loro perdita, parlare l’indicibile e infine rivelare “fantasie di vendetta” — che sono una normale reazione alle vittimizzazioni violente. Per questi motivi, i gruppi di sostegno possono essere molto “normalizzanti” per le famiglie e gli amici delle vittime, permettendo loro di sentire che non stanno impazzendo e che altri stanno vivendo e sopravvivendo alla stessa profondità, complessità e confusione di emozioni.
L’impostazione del gruppo di supporto consente anche ai sopravvissuti che sono più avanti nella loro guarigione di dare speranza a coloro che sono recentemente in lutto o che stanno attraversando un momento particolarmente difficile. Fornendo e ricevendo sostegno, i sopravvissuti sono in grado di aiutarsi a vicenda e di vedere che qualche bene è in grado di uscire dal dolore che hanno sperimentato.
Questo perché molti dei sentimenti dolorosi sono stati portati in superficie. Quello che hanno trovato è che non c’è modo di superare il dolore se non di attraversarlo, per quanto difficile possa essere.
Per quanto difficile possa essere al momento, molti sopravvissuti affermano che questo processo alla fine li aiuta a progredire attraverso il processo di lutto.

Da completare.

Il 1 gennaio 2010, zio Bobby, zio di Oscar Grant ha coordinato il primo Oscar Grant Vigil, homicide support group.
Il 15 settembre 2010, lo zio Bobby, fondatore della Oscar Grant Foundation, ha coordinato il primo evento di vittime di omicidio della polizia nel nord della California intitolato “Mothers Taking a Stand against Police Brutality & Gun Violence”, più di 60 madri, famiglie e amici della Bay Area hanno preso posizione sull’eliminazione di tutte le forme di violenza armata, sia
1 gennaio 2011 Seconda Veglia Oscar Grant
Allo stesso modo, l ‘ 8 luglio 2011, lo zio Bobby, fondatore della Fondazione Oscar Grant, ha coordinato l’evento intitolato “Verdict Day – Mothers Finding Comfort and Hope in A Time of Grief. Più di 100 madri, famiglie, bambini, membri della comunità, amici si sono riuniti per sostenere le famiglie dei bambini uccisi.
E ancora, l ‘ 11 settembre 2011 zio Bobby, fondatore della Oscar Grant Foundation, ha coordinato l’evento dal titolo: “Say It Loud, I am Black and Proud, When I Say Black, I mean Red and Brown”. Più di 100 gruppi di comunità si sono riuniti abbattendo lo stereotipo che esiste tra le comunità di diverse etnie. Questo evento ha generato una migliore relazione.

1 Gennaio 2012 Terza Veglia Oscar Grant
Marzo 2012 Trayvon Martin
Aprile 2012 Frank Graham
1 gennaio 2013 Quarta Veglia Oscar Grant
1 gennaio 2014 Quinta Veglia Oscar Grant

da completare…….

la Nostra Famiglia Tributo a Oscar Grant Pt1– Famiglia
Oscar Grant riflette sul loro rapporto con l’Oscar per la Nonna di Bonnie, madre Wanda Johnson, sorella Chantay Moore, figlia Tatiana Grant, fidanzata Sophina Mesa, Zio Bobby, e lo Zio di Daryl

la Nostra Famiglia Tributo a Oscar Grant Pt2– Oscar Madre Wanda, Oscar Fidanzata Sophina, Oscar Figlia Tatiana

Tatiana Legge la Lettera al Papà di Oscar Grant

Wanda Johnson, Oscar Grant madre parla dell’omicidio di suo figlio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.