Articles

Saggi e documenti gratuiti sull’aborto

Aborto

Noto anche come “interruzione della gravidanza”, l’aborto è una procedura medica comune utilizzata per terminare una gravidanza rimuovendo l’embrione o il feto dall’utero prima che sia in grado di sopravvivere al di fuori dell’utero. L’aborto è un argomento molto controverso, e i saggi sull’aborto qui lo esaminano da una varietà di prospettive.

Molte donne sperimentano l’aborto spontaneo. Ciò si verifica senza intervento medico ed è noto come aborto spontaneo. Un aborto mancato si verifica quando l’embrione muore nell’utero ma non viene espulso dal corpo della madre.

Gli aborti possono verificarsi per una serie di motivi: difetti genetici, malattie, traumi e incompatibilità biochimica (nota anche come incompatibilità ABO) tra la madre e il feto.

La maggior parte degli aborti avviene durante le prime 12 settimane di gravidanza. Alcune donne subiscono un aborto indotto in una fase successiva, quando il feto ha buone possibilità di sopravvivere al di fuori dell’utero. Questo è noto come interruzione tardiva della gravidanza.

Contrariamente alla credenza popolare, l’aborto è una procedura medica perfettamente sicura se eseguita correttamente. D’altra parte, gli aborti non sicuri sono una delle principali cause di morte materna, in particolare nei paesi in via di sviluppo. Negli Stati Uniti, il parto è 14 volte più probabile che causi la morte materna rispetto all’aborto.

Negli Stati Uniti, l’aborto è un metodo comune per porre fine a una gravidanza non pianificata o quando i test rivelano anomalie genetiche, deficit mentale o deformità fisica nel feto. L’aborto è raccomandato anche quando il benessere fisico o mentale della madre è a rischio o quando la gravidanza è il risultato di stupro o incesto. Molte donne scelgono di terminare la gravidanza per motivi sociali, economici o personali.

Negli ultimi decenni, l’aborto è diventato un argomento politico molto controverso negli Stati Uniti. Diverse organizzazioni religiose e affiliate stanno lavorando attivamente per rovesciare Roe vs. Wade, una decisione storica della Corte Suprema degli Stati Uniti in 1973 che ha reso legali gli aborti nella nazione. Le persone che sostengono il diritto di una donna di scegliere sono etichettate come “Pro-Choice”, mentre coloro che credono che l’aborto dovrebbe essere illegale perché un feto dovrebbe essere considerato un essere umano completo e, quindi, ha tutto il diritto di vivere sono chiamati “Pro-Lifers.”

Per ottenere una comprensione più profonda degli argomenti per ogni lato del dibattito pro-choice vs. pro-life, dai un’occhiata alla nostra lista curata di saggi e articoli di ricerca sul tema dell’aborto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.