Articles

Stitichezza dopo l’intervento chirurgico:perché ' s comune e come trattarlo

Questo post è stato co-autore di Grace McClure e Dr. Nicholas Frisch), MD, OS, MBA.

La stitichezza dopo l’intervento chirurgico non è una cosa da ridere. Anche se “toilet talk” potrebbe non essere l’argomento preferito da tutti, è una domanda frequente tra pazienti e chirurghi e nelle comunità di supporto e nei forum. Per arrivare al fondo (nessun gioco di parole) del perché la stitichezza dopo l’intervento riguarda così tanti pazienti, abbiamo parlato con il chirurgo ortopedico e consulente PeerWell, Dr. Nicholas Frisch.

Dr. Frisch spiega costipazione come “andare un paio di giorni fuori del vostro modello normale, che è diverso per tutti. Se siete più di un paio di giorni oltre la vostra normale routine, questo potrebbe indicare qualcosa di più serio sta succedendo e garantire ulteriori cure mediche.”

Continua a leggere come spieghiamo: i sintomi della stitichezza, perché la stitichezza post-operatoria è comune, come prevenire la stitichezza prima che accada e cosa fare una volta che sei movimenti intestinali sono in un funk serio.

Sintomi di stitichezza:

alt news

La stitichezza è vagamente definita come avere “meno di tre movimenti intestinali in una settimana” o come dice il Dott. Ecco i sintomi della stitichezza:

  • Notevolmente meno movimenti intestinali del normale (ad es. se si hanno in genere due volte al giorno i movimenti intestinali, non andare per 2 giorni potrebbe essere la versione di stitichezza)
  • la Sensazione di gonfiore
  • Addominali, mal di stomaco o dolore rettale
  • le Feci sono dure, piccole, o ghiaia-come
  • Difficoltà durante il movimento intestinale
  • Sensazione di “hai ancora andare” dopo la pausa bagno
  • Sensazione di lento o pigro

Perché è la Stitichezza Dopo l’Intervento chirurgico è Comune?

Dopo l’intervento chirurgico (come una sostituzione dell’anca o del ginocchio, ricostruzione ACL, chirurgia della schiena, ecc.) hai essenzialmente creato la “tempesta perfetta” per la stitichezza. I farmaci antidolorifici, la mancanza di esercizio/ attività, i cambiamenti di dieta e l’anestesia sono tutti fattori dimostrati alla stitichezza. Infatti, i farmaci antidolorifici oppioidi da soli (nemmeno in combinazione con altri fattori) causano stitichezza in ben il 40% dei pazienti. In altre parole, la stitichezza post-operatoria in qualche modo è molto comune.

Il Dr. Frisch spiega la stitichezza dopo l’intervento chirurgico come “multifattoriale”. Spiega che la stitichezza può essere ” innescata dallo stress e la chirurgia è stressante. Un cambiamento nella dieta e il tipo di cibo che si mangia può anche causare stitichezza. Aggiungi una diminuzione dell’assunzione di liquidi e della disidratazione, il farmaco stesso, così come l’anestesia, e c’è un impatto.”

La stitichezza può essere causata / peggiorata da:

  • Antidolorifici narcotici (tipicamente da farmaci con prescrizione di oppioidi)
  • Anestesia generale (non da locale o regionale)
  • Infiammazione (causata da traumi chirurgici o complicazioni come un’infezione)
  • Mancanza di esercizio fisico, movimento o inattività
  • Cambiamenti dietetici (come meno verdure, meno fibre ecc.)
  • Stress, ansia e depressione (ad es. sentirsi sopraffatti dopo l’intervento chirurgico può causare stress e sentirsi stitico può aggiungere a questo stress, creando un circolo vizioso)
  • Disidratazione (non bere abbastanza acqua)
  • Condizioni di base (come il morbo di Parkinson, disturbi della tiroide, sindrome dell’intestino irritabile, ecc.)

5 Modi per gestire la stitichezza dopo l’intervento chirurgico

alt news

Dopo l’intervento chirurgico, non sarai al tuo meglio. L’aggiunta di stitichezza nel mix può sembrare la ciliegina sulla torta. Tuttavia, ci sono numerosi modi provati per ottenere il vostro intestino torna in pista in modo che è possibile concentrarsi sul recupero.

Aggiungi fibra alla tua dieta

Prima dell’intervento chirurgico, potresti aver apportato alcune modifiche dietetiche per aumentare la guarigione. Alimenti che un ricco di proteine, calcio, vitamina D, vitamina C, ecc sono ottimi modi per kickstart il corpo nel ripristino dei tessuti, ossa, muscoli ecc. Tuttavia, la tua dieta pre-op e post-op può sembrare un po ‘ diversa.

Dopo l’intervento chirurgico, si sta andando ad avere bisogno di incorporare fibra extra nella vostra dieta. La fibra aggiunge “sostanza” alle feci, tirando l’acqua e rendendo le feci più facili da passare. La fibra può essere pensata come “spazzacamino” della tua traccia digestiva – pulendoti.

Le donne dovrebbero consumare almeno 25 mg di fibra al giorno e gli uomini dovrebbero avere almeno 38 mg.

Alimenti ricchi di Fibre:

  • Pere (5.5 grammi per pera)
  • Lamponi (6.5 grammi/100 grammi)
  • Avocado (6,7 grammi/100 grammi)
  • Carciofi (10.3 grammi/100 grammi)
  • cioccolato fondente (10.9 grammi/100 grammi)
  • fagioli, ceci, lenticchie (11-15 grammi/ 1 tazza cotta)
  • Popcorn (14.5 grammi/100 grammi di secco kernel)
  • Lenticchie (15.6 grammi/ 1 tazza cotta)
  • Avena/ farina d’avena (16.5 grammi/1 tazza di crudo avena)

  • E il frontrunner: semi di Chia/ semi di chia bar (100 grammi di secchi semi di chia contengono 34 grammi di fibra!)

Goditi la magia delle prugne

L’hai già sentito prima, ma le voci sono vere: le prugne sono magiche per la stitichezza. Prugne (aka prugne secche), succo di prugna (spesso servito caldo) e polvere di prugna secca sono rimedi naturali per regolare i movimenti intestinali. La comunità medica ha sostenuto l’uso prugne per la stitichezza, citando che possono essere molto efficaci ad alleviare la stitichezza e sintomi.

Infatti, uno studio pubblicato su Alimentary Pharmacology and Therapeutics ha eseguito uno studio con due gruppi di pazienti che soffrivano di stitichezza. Un gruppo ha ingerito 100 grammi di prugne secche e l’altro gruppo ha assunto 22 grammi di psillio (una fibra solubile) ogni giorno. Dopo 3 settimane, il gruppo di prugne aveva “migliorato la frequenza delle feci e la consistenza delle feci rispetto allo psillio”. In altre parole, le prugne (che contengono un lassativo naturale chiamato “sorbitolo lassativo” e fibra) hanno dimostrato di essere efficaci nell’alleviare la stitichezza.

Suggerimento: le prugne sono sia preventive che reattive. Inizia a consumare 100 grammi di prugne (circa 10 prugne secche snocciolate) nei giorni precedenti all’intervento chirurgico e durante il recupero, specialmente se prendi farmaci antidolorifici con prescrizione di oppioidi.

Prova i lassativi

Ci sono molti tipi diversi di lassativi da banco e da prescrizione. I lassativi sono disponibili in succhi bevibili, compresse, capsule,caramelle gommose, polveri, forma di clistere ecc. Può essere schiacciante scegliere il miglior lassativo, quindi lavora con il tuo medico o chiedi a un farmacista di selezionare il miglior lassativo per te.

Lo sapevate che un ammorbidente delle feci è un lassativo. Un ammorbidente delle feci (chiamato lassativo emolliente) è solo uno dei molti tipi di lassativi disponibili.

Ecco i diversi tipi di lassativi (in modo da poter lottare meno nell’isola della farmacia):

  • Emolliente delle feci (lassativo emolliente): Questo lassativo ammorbidisce le feci ed è il lassativo “entry-level”. È meglio utilizzato per la stitichezza lieve in quanto è generalmente il tipo meno efficace. Ecco un elenco di varie marche di ammorbidenti per feci.
  • Lassativo Bulk-forming: Questo è un tipo comune di lassativo che funziona aiutando a mantenere l’acqua nelle feci. Questo non è ad azione rapida, quindi ci vorrà più tempo per provare sollievo. Le marche popolari includono: Metamucil, Citrucel, FiberCon.
  • Lassativo iperosmotico: attingendo acqua nell’intestino, questo tipo di lassativo aiuta anche a mantenere l’acqua nelle feci. * I lassativi iperosmotici sono spesso usati per quelli con costipazione cronica.
  • Olio minerale / lubrificante lassativo: Fatto di olio minerale, questo lassativo cappotti il vostro sgabello. La lubrificazione rende più facile andare in bagno e mantiene anche le feci idratate…e scivoloso. Questo tipo può offrire sollievo immediato, ed è meglio utilizzato per il breve termine. Viene assunto per via orale e le grandi farmacie avranno un marchio di casa.
  • Lassativo salino: Come il lassativo iperosmotico, questo tipo attira anche più acqua nell’intestino. Chiamato anche “citrato di magnesio”, questo lassativo è di solito in forma di bevanda e funziona entro 6 ore.
  • Stimolante lassativo: aumentando il movimento nel tuo intestino, questo è ad azione rapida. Questo tipo può essere assunto tramite compressa, con supposta o con liquido. Gli ingredienti medicinali variano ma le marche popolari includono: Dulcolax, Senexon, Senokot, Correctol, Ceo-Two Evacuant.

Nota: I lassativi non devono essere usati regolarmente. Se li si utilizza per più di quanto indicato (generalmente più di un paio di giorni) contattare il medico.

Rimani idratato: bevi e bevi ancora!

Dopo l’intervento chirurgico, mantenere idratato è estremamente importante. Affinché le tue viscere funzionino correttamente e per farti passare facilmente le feci, devi essere idratato. Se non hai abbastanza acqua nell’intestino o nel colon, il tuo corpo assorbirà l’acqua che altrimenti costituirebbe uno sgabello sano.

Dopo l’intervento chirurgico, sei più suscettibile alla disidratazione. I farmaci antidolorifici oppioidi (che possono essere prescritti dopo un intervento chirurgico ortopedico) possono disidratarti. Inoltre, alcuni lassativi possono anche contribuire alla disidratazione. Se sei stitico, aggiungi acqua potabile extra nella tua routine. Obiettivo di bere 8 + tazze di acqua al giorno. Le tisane contano anche per l’assunzione di acqua.

Suggerimento: se la tua bevanda contiene alcol, zuccheri aggiunti o caffeina, non sarà così idratante. Mira a bere 8 tazze di acqua (frizzante, piatta o calda) al giorno.

Muoviti!

Se ti stai riprendendo da una sostituzione dell’anca o del ginocchio, un intervento chirurgico alla schiena, ACL o molti altri interventi chirurgici invasivi, la tua mobilità sarà diminuita. Dr. Frisch spiega che ” ogni volta che hai un intervento chirurgico, si passa attraverso momenti in cui sei meno attivo. La vita sedentaria può innescare la stitichezza.”

Uno studio pubblicato su PubMed offre questo riassunto: “I fattori più importanti noti per promuovere la stitichezza sono la ridotta attività fisica e l’inadeguata assunzione alimentare di fibre, carboidrati e liquidi.”

Quando si tratta di combattere la stitichezza, è necessario spostarsi. Il detto “motion is lotion” assume un significato completamente nuovo in relazione alle tue viscere. Aumentare il movimento, esercizi, camminare, scale ecc., come prescritto dal Suo chirurgo è critico per trovare “regolare”.

Suggerimento: entro il tuo livello di comfort del dolore, cammina, esegui esercizi quotidiani,sali e scendi le scale ecc. Accoppia sempre il movimento con l’idratazione per calciarlo nella marcia successiva.

Quando la stitichezza è un problema?

È comune sperimentare la stitichezza dopo l’intervento chirurgico, ma quando è problematico? A che punto dovresti contattare il tuo medico? Il Dr. Frisch spiega che raccomanda ai pazienti di coinvolgere il loro team di assistenza ” quando hai deviato dal normale comportamento intestinale e stai notando disagio”. Dopo l’intervento chirurgico, specialmente nei primi giorni dopo la dimissione, la stitichezza può segnalare altri problemi seri.

Il Dr. Frisch spiega che “Se non passi gas o hai un movimento intestinale, potrebbe essere indicativo che le viscere non funzionino.”

Gioca sul sicuro e contatta il tuo team di assistenza se stai riscontrando stitichezza. Il medico verrà eseguito attraverso protocolli progressivi che affronteranno le cause più comuni di stitichezza. Questo di solito significa prendere un ammorbidente per le feci, aggiungere 2-3 tazze di acqua in più, bere succo di prugna, aggiungere alimenti ricchi di fibre e integratori ecc. L’assunzione di lassativi e l’interruzione dei farmaci antidolorifici oppioidi possono essere il passo successivo graduale.

“In definitiva, se hai una storia di stitichezza, torna a ciò che ha funzionato in passato” aggiunge il dott. Frisch.

Non importa quanto tu sia stitico, ci sono passi che tu e il tuo medico lavorerete per tornare alla normalità.

Dr. Nicholas Frisch, M. D., OS, MBA è un chirurgo ortopedico premiato con sede a Rochester, Michigan. Si concentra sulla chirurgia di sostituzione articolare minimamente invasiva e revisioni complesse. Il Dr. Frisch ha completato la sua residenza presso l’Henry Ford Hospital di Detroit e la sua borsa di studio per la ricostruzione degli adulti presso il Rush University Medical Center di Chicago. Il Dott. Frisch is ha vinto Ortopedia Best Clinical Article Award, l’AAHKS Healthcare Policy Fellowship, Outstanding Resident Award Henry Ford Hospital, la Ford Motor Co. Connesso Sfida salute, e altro ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.